Bramini denuncia banche per usura, il governo è con lui

Condividi!

L’imprenditore Sergio Bramini ha sporto denuncia per usura bancaria nei confronti degli istituti di credito che gli hanno pignorato la casa a Monza.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nominato consulente dal governo perché si occupi proprio di casi simili al suo, è stato dichiarato fallito nonostante vantasse un credito di 4 euro milioni dallo Stato.

Assistito dagli avvocati Monica Pagano e Biagio Riccio, Bramini chiede l’accertamento di eventuali responsabilità penali e la sospensione cautelare della procedura di vendita all’asta della sua abitazione.

“Non mi fermeranno – ha commentato Bramini -. Proseguo nella grande battaglia per un vero cambiamento che possa far ricadere i suoi benefici effetti su tante famiglie di poveri debitori che oggi non sono difesi da nessuno”.

Il sistema bancario è usurario di per sé. E’ l’unica ‘impresa privata’ che ‘vende’ una merce che non possiede, creando denaro ex-nihilo ogni volta che apre una posizione nei confronti di un debitore. Le banche commerciali godono quindi di un privilegio che un tempo apparteneva ai sovrani.




Lascia un commento