La confessione dell’immigrata che ci voleva tagliare le teste: “Jihadisti sono già in Europa”

Condividi!

E’ in atto da alcuni giorni una vergognosa campagna perché la terrorista Meriem Rehaily, 22 anni, possa tornare in Italia, a Padova, con i figli di un miliziano di ISIS.

La ragazza, marocchina, viene impropriamente definita “jihadista italiana”, un po’ come definire Balotelli calciatore italiano. Tipico dei nostri media.

A parte questo, è interessante sapere che i suoi amici sono già qui:

Ricordiamo chi é:

Migrante musulmana: «Non vedo l’ora di tagliare teste italiane»

Solo l’idea di pensare che potrebbe tornare in Italia con i suoi piccoli bastardi è oscena.

Con la scusa che deve scontare 4 anni di carcere, la faranno tornare. Poi siccome ha figli piccoli, non li sconterà. Non la vogliamo in Italia.

Nel pc di Meriem, figlia di immigrati, l’ordine: “Sgozzate infedeli in strada”




Lascia un commento