“Vomitevoli”, Macron non si scusa: “Italia ci ha provocato”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il presidente francese Emmanuel Macron snobba le richieste di scuse e, dopo il termine ‘vomitevole’ di ieri, sulla vicenda della nave Aquarius lancia un appello a “non lasciarsi andare alle emozioni” ed assicura di voler lavorare con l’Italia.Poco prima di queste parole del capo di Stato francese, l’Eliseo aveva sostenuto di non aver ricevuto alcuna richiesta ufficiale di scuse da parte della presidenza del Consiglio italiano. Ieri Macron ha definito la posizione italiana nella gestione del caso Aquarius “irresponsabile” e “cinica”.

“Chi cerca la provocazioni? Chi dice
‘sono più forte dei democratici e una
nave davanti alle mie coste la caccio?
Dando loro ragione aiuto la democrazia?
Non dimentichiamo chi ci sta parlando”.

Ti sta parlando un governo eletto, con più voti di te.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte vuole le “scuse” della Francia, pena annullamento della visita di venerdì prossimo a Parigi.

Il ministro Tria già ha disertato l’incontro di oggi.




Lascia un commento