Nave militare americana vuole scaricare clandestini in Italia

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Una nave della Marina militare americana, Uss Trenton, con a bordo 41 clandestini e 12 cadaveri raccattati in Libia, è in attesa di indicazioni dalle autorità italiane.

A riferirlo è la portavoce della famigerata Ong tedesca Sea Watch in Italia, Federica Mameli (cambia cognome, collaborazionista). “Mentre aspettiamo insieme alla nave della Marina statunitense una risposta dall’Italia circa il permesso di portare 41 sopravvissuti in un luogo sicuro, i nostri pensieri sono con le 629 persone su Aquarius e le 12 vittime che oggi qui in mare hanno perso la vita”, ha twittato martedì sera la Ong.

Mameli ha spiegato che l’Ong ha offerto la propria disponibilità al centro di coordinamento e soccorso di Roma per trasferire i migranti in un porto sicuro, ma che non ha ancora ricevuto risposta.

Nave americana, li trasferisca in qualche base americana, non in Italia.

Domanda: perché una nave militare americana che raccatta clandestini africani in Africa dovrebbe venire in Italia? Su che basi?

Salvini: “In queste ore ho parlato con diversi colleghi europei. Se l’Europa c’è batta un colpo adesso o taccia per sempre. Ho sentito i colleghi tedesco e francese e ne sentirò altri nei prossimi giorni. Il regolamento di Dublino oggi va superato. Penso che con i colleghi tedesco e austriaco proporremo una modifica”, ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini nel suo intervento al Senato sul caso Aquarius.

“Ho avuto un peso notevole sulle spalle nelle scorse ore, il mio obiettivo è salvare vite, evitare che queste persone scappino per mettersi su gommoni che i trafficanti fanno partire già sgonfi perché tanto c’è qualcuno li va a recuperare, sono stufo dei morti di stato”.

È tempo che gli stati tornino a essere stati, non che siano associazioni provati finanziate da chissà chi a imporre le politiche sull’immigrazione. Quando leggo che dietro la Open Society Foundation c’è Soros, mi viene qualche dubbio su quanto sia spontanea questa generosità”, ha sottolineato Salvini.

Avere respinto l’Acquarius va bene se è l’inizio. I porti vanno chiusi a tutti, non solo alle Ong: che mille africani ce li portino le Ong o le navi militari italiane e straniere non cambia nulla.




Lascia un commento