“Stop finanziamenti a Erdogan”, ecco come Salvini fermerà le partenze dalla Libia

Condividi!

Salvini va alla guerra d’Africa. Sa che la sfida all’immigrazione si vince in Libia: prima che i barconi salpino alla volta dell’Italia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Matteo Salvini andrà in Libia nelle prossime settimane. E vuole fermare le partenze ricreando il blocco di Gheddafi: ma ci vogliono soldi. E i soldi, Salvini, li vuole stornare da quelli che oggi Bruxelles fa finire nelle casse del presidente turco Recep Tayyip Erdoğan per non riempire la Grecia (Germania) di clandestini.

E se la Ue rifiuta? Beh, l’esecutivo italiano è pronto ad usare il proprio potere di veto per bloccare il finanziamento di 3 miliardi di euro che Bruxelles si è impegnata a destinare a Erdogan. Di quelli, almeno 300 milioni sono dei contribuenti italiani: e li usiamo a est, per bloccare i clandestini degli altri, invece che a sud, per bloccare i ‘nostri’.

“I tre miliardi su cui il governo italiano intende mettere il veto – riferisce il quotidiano spagnolo El Paiscitando fonti diplomatiche e comunitarie – coprono il periodo 2018-19 e si sommerebbero alla stessa cifra di altri 3 miliardi che l’Unione europea ha già versato ad Ankara per il periodo 2016-17”. La decisione di dare il via libera al finanziamento richiede infatti l’unanimità degli Stati membri: un terzo dei fondi, un miliardo, viene finanziato direttamente dagli Stati, mentre la parte restante deriva direttamente dal bilancio dell’Unione europea.




Lascia un commento