Onu e Merkel ordinano a Italia di far sbarcare clandestini, Salvini: “NO”

Condividi!

Continua l’attacco all’Italia. Con l’Aquarius ancora bloccata in alto mare e altri 800 clandestini caricati in Libia da altre Ong, si attivano l’Ue e la famigerata agenzia Onu per i rifugiati (alla sostituzione etnica), che fanno appello a Malta e Italia “affinché consentano lo sbarco immediato. E’ un imperativo umanitario”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Facciamo un appello a tutte le parti affinché vengano incontro alle proprie responsabilità umanitarie”, ha detto invece il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, rispondendo a una domanda sulla situazione della nave Aquarius.

Ma Salvini è irremovibile: “Abbiamo smesso di chinare il capo. Stavolta c’è chi dice no”. E, mentre il premier Conte chiede “più cooperazione Ue-Nato nel Mediterraneo”, il ministro Trenta dice che si attiverà per avanzare la candidatura della Marina al Nobel per la Pace.

Una grillina rossa che vuole il nobel alla sostituzione etnica: disinfestate il MoVimento.




Lascia un commento