Il cardinale invita ad accogliere Acquarius su Twitter, seppellito di insulti: “Prendeteveli in Vaticano”

Condividi!

Dal fresco del suo lussuoso palazzo, il cardinal Ravasi cinguetta su Twitter. Lo fa citando il Vangelo per sostenere la sostituzione etnica e l’approdo dei trafficanti umanitari di Aquarius i Italia:

Ma sui social è seppellito di ‘insulti’ dai fedeli che rispondono di scortare i clandestini in Vaticano.

E’ tutto un “accoglieteli voi”. “Se accogliamo per mettere nelle baracche, sfruttare e far morire è da cristiani?” si chiede un utente su twitter in risposta al post del cardinal Ravasi.

“Se l’Italia antepone dimostrazioni di forza e di peso politico alla vita dei migranti è chiaro che umanità e dignità delle persone divengono secondari rispetto al tutto il resto. Abbandonare innocenti in mare non può mai considerarsi una strategia politica ma rimane inequivocabilmente una violazione dei diritti umani di cui saremo chiamati a rispondere”. E’ quanto afferma padre Camillo Ripamonti, presidente del famigerato Centro Astalli, braccio dei Gesuiti per la sostituzione etnica, sul caso della nave Aquarius.

Date a Cesare quel che è di Cesare. E lo straniero di Gesù viaggiava, non veniva a farsi mantenere pagando migliaia di euro agli scafisti.




Lascia un commento