Grazie Salvini, ci hai ridato l’Italia: votare conta!

Condividi!

Salvini rischia seriamente di diventare l’uomo politico italiano più amato dai tempi di Giulio Cesare. Per questo: attento ai congiurati, Matteo.

In pochi giorni da ministro dell’Interno ha dato una svolta alla politica italiana, riportando il benessere dei cittadini italiani al centro della scena.

Ha dimostrato, con il blocco dei porti, che il voto conta, che se voti il partito giusto, cambiare si può. Che non è inutile votare. Che un politico onesto, duro, risoluto e con la volontà del popolo alle spalle ha la forza di resistere alle pressioni di Vaticano, media di distrazione di massa, Onu e poteri di merda assortiti.

E l’esito del braccio di ferro tra Malta e Italia, con l’Acquarius diretta in Spagna, ci insegna un’altra cosa: quale governo hai, fa la differenza. Se hai un governo populista o un esecutivo di non eletti guidato dalla sinistra, come oggi in Spagna, conta: eccome, se conta.




Un pensiero su “Grazie Salvini, ci hai ridato l’Italia: votare conta!”

Lascia un commento