Acquarius, Salvini la fa scortare in Spagna: inviata nave militare

Condividi!

La Aquarius partirà per la Spagna “subito, il prima possibile”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, sottolineando che la nave “è ancora in acque maltesi”. La Aquarius, ha quindi chiarito Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture, “andrà a Valencia accompagnata da nostre motovedette di Marina e guardia costiera e martedì mattina manderemo un’altra motovedetta con viveri ed una squadra di medici”.

Benché Sos Mediterranée tenti il tutto per tutto, magari sperando in qualche rivolta o incidente che impedisca la navigazione verso Valencia, il governo italiano considera la partita è chiusa.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’Aquarius avrebbe tentato di rifiutarsi di dirigersi verso la Spagna, come racconta Annelise Borges, corrispondente di Euronews che oggi si trova a bordo della nave: “Si tratterebbe di affrontare un viaggio dai 3 ai 5 giorni, e il meteo è in peggioramento. Sarebbe un rischio per tutti: sono previste nei prossimi giorni onde alte due metri e pilotare una nave in quelle condizioni è una idea folle”.

Secca la replica del governo populista: “Attraverso una nave della marina militare e una della guardia costiera l’accompagneremo in pochissimo tempo, credo nei prossimi giorni”, spiega il ministro per le Infrastrutture, Danilo Toninelli, “Già domattina manderemo una motovedetta con viveri e una squadra di medici”.

Se l’Acquarius insisterà nella ‘resistenza’, secondo quanto trapelato, due navi italiane prenderanno parte degli immigrati a bordo e poi la scoretanno verso la Spagna.

Levatevi dalle palle. Attenzione: questi faranno di tutto per causare un qualche incidente. E’ da ieri che girano in circolo tra Italia e Malta.




Lascia un commento