Acquarius rifiuta di andare in Spagna: “E’ troppo lontana”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“Allo stato attuale Aquarius non può andare in Spagna”. E’ la nuova scusa degli scafisti umanitari del team di Sos Méditerranée a bordo di Aquarius, secondo quanto riferisce in un tweet Anelise Borges, la giornalista di Euronews (tv Ue pagata dai contribuenti) anche lei imbarcata sulla nave. “Non è sicuro per la nave, per l’equipaggio e per le persone soccorse” ed aggiunge sottolineando che il tempo sta peggiorando e dunque “sarebbe un rischio per tutti a bordo”.

Ecco che si svelano. Questi sono pagati per traghettare i clandestini in Italia. Se le inventano di tutte: è da ieri che girano in circolo e inventano scuse su scuse.

Non vogliono andare in Spagna perché il viaggio di andata e ritorno significa quasi 10 giorni: quanto business perderebbero in 10 giorni…

Non volete andare in Spagna? Riportateli in Libia.

Legge bene la situazione il leader di CasaPound:

Simone Di Stefano

Posted by CasaPound Italia on Monday, June 11, 2018

Siamo in presenza di pirati che vogliono imporre agli Stati e ai popoli le loro deliranti leggi contronatura.




Lascia un commento