Milano, Sala annuncia: “Cinema diverranno moschee, islamici sono nostro futuro”

Condividi!

Sala, Salah per gli amici, torna a difendere il «piano moschee», collegato al Pgt, che autorizzerà altre sei moschee in città. In quattro casi si tratterà di moschee abusive che saranno regolarizzate, altre due aree comunali saranno messe a bando, una in via Padova e l’altra all’interno del Parcheggio Trenno in via Novara.

VERIFICA LA NOTIZIA

La difesa di Sala è un delirio: «Andate a vedere chi usa la metropolitana alle 5.30 del mattino, chi fa le iniezioni ai nostri anziani, chi lavora nelle cucine dei ristoranti milanesi. Se a Milano vivono 70mila musulmani, stabiliamo delle regole ma devo dare loro il diritto di professare la loro fede. Non è buonismo ma pragmatismo, in gran parte lavorano e stanno costruendo la Milano del futuro, non me ne frega niente delle critiche».

Questi non imparano nemmeno se gli rubano in casa. Sono ontologicamente scemi.

Poi annuncia di volere destinare agli islamici alcuni cinema: «Nel Pgt c’è la possibilità di adibire spazi di preghiera in specifici quartieri, quando gli ex cinema sono n spazi gestibili sono a favore».

Il segretario della Lega in Lombardia, Paolo Grimoldi, reagisce: «La sua defunta coalizione in 5 anni non ha fatto nulla per il Nord, e gli elettori lombardi hanno azzerato il Pd. Dobbiamo ricordargli le battaglie fatte solo dalla Lega nel più totale silenzio dell’allora ministro Delrio per autostrade come la Pedemontana».




Lascia un commento