Profughi senza biglietto pestano autista, poi costringono anziana a pagare per loro

Condividi!

Sono saliti sull’autobus diretto a Montecerignone e tra i passeggeri è serpeggiata la paura. Ormai conoscono i profughi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Due ragazzi, entrambi di colore (negri direbbero quelli di Facebook), chiaramente appartenenti alla pattuglia di profughi che Macerata Feltria ospita con una certa riluttanza.

E neanche a dirlo si sono subito esibiti.

Alla gentile richiesta del conducente di dotarsi dei biglietti per l’utilizzo del mezzo pubblico, senza nemmeno tentare una spiegazione, i due hanno risposto di non avere i soldi per pagarlo.

Forte della pazienza che conducenti di autobus e controllori ferroviari hanno oramai imparato, l’autista ha ribadito che senza il ticket non potevano viaggiare. E alla loro replica: «Non abbiamo i soldi» ha chiesto ai due giovani di scendere dal mezzo. Per tutta risposta uno dei due ha rifilato al conducente un pugno in faccia. E’ seguito un violento pestaggio.

Ma il peggio doveva ancora venire. Una passeggera impaurita, infatti, è stata costretta a pagare il biglietto per loro.

Non servono commenti.

Pugno al controllore passeggera impaurita paga il biglietto per loro(y) segui il Corriere Adriatico e resta aggiornato – facebook.com/corriereadriatico.it (y)

Posted by Corriere Adriatico.it on Friday, June 8, 2018




Lascia un commento