Olanda, vietati barbecue davanti moschee per non turbare musulmani

Condividi!

Si applica la Sharia nei Paesi Bassi. I sindaci delle città di Utrecht, L’Aia, Arnhem e Gouda hanno vietato ai militanti di Pegida di organizzare dei barbecue a base di carne di maiale nei pressi delle moschee cittadine durante il Ramadan: per motivi di ordine pubblico.

VERIFICA LA NOTIZIA

E quando ad applicarla non sono le autorità pubbliche, la città di Rotterdam aveva permesso il barbecue di protesta che si doveva tenere oggi, allora ci pensano le ronde della sharia e le minacce di governi stranieri a farlo.

In segno di protesta, i musulmani di Rotterdam avevano infatti posto un cordone umano intorno alla moschea. Oltre a ciò, la decisione del municipio olandese ha provocato la reazione scomposta della solita Turchia, ormai ‘avvocato’ di tutti gli immigrati islamici in Europa, che utilizza come testa di ponte. Il ministro turco per gli affari europei (!) ha parlato di “decisione immorale” e definito Pegida una “organizzazione fascista “.

Alla fine, per le minacce il barbecue è stato annullato. La Sharia trionfa in Europa.




Lascia un commento