Macerata, sinistrati vanno a manifestare contro Luca Traini e rubano in autogrill

Condividi!

Ricordate la marcia antirazzista di Macerata, quella dei manifestanti che marciarono sul cadavere ancora caldo di Pamela dopo il raid vendicativo di Luca Traini?

Macerata, cori choc anche contro vittime di Nassiriya: sinistrati pisciano contro momumenti

Si scopre che, oltre ai vandalismi, durante la loro scampagnata antirazzista hanno saccheggiato quello che potevano. Un branco di ladri guidato da un manipolo di politici falliti:

VERIFICA LA NOTIZIA

Erano partiti, petto in fuori, fieri paladini della libertà e della democrazia e al ritorno si sono ritrovati niente di più che ladruncoli da supermercato. È la assai poco gloriosa carriera, stando agli elementi raccolti dagli investigatori, di cinque persone di origine campana denunciate all’autorità giudiziaria per furto aggravato messo a segno in una stazione di rifornimento e sosta lungo la superstrada Valdichienti. Secondo quanto ricostruito dalle meticolose indagini degli uomini della Digos della questura, diretta dal vicequestore Maria Nicoletta Pascucci, le cinque persone coinvolte facevano parte di un gruppo di manifestanti che il 10 febbraio scorso sono partiti in pullman da Napoli per partecipare a una manifestazione antifascista organizzata a Macerata dopo i tristemente noti fatti di cronaca dell’omicidio di Pamela Mastropietro e il folle raid razzista commesso da Luca Traini. Sono stati sorpresi a rubare in autogrill all’altezza di Corridonia: smascherati grazie alle spycam.




Lascia un commento