“Il primo comune islamico d’Italia”, cittadini si appellano a Salvini: “Salvaci”

Condividi!

Palma Campania, 15mila abitanti e 7mila bengalesi più o meno regolari più 5mila clandestini. Un’invasione islamica avallata da politici e sindacati.

VERIFICA LA NOTIZIA

I cittadini resistono. Placido De Martino, imprenditore locale, è allarmato per quello che “presto diventare il primo comune islamico d’Italia se qualcuno a Roma non prende a cuore la situazione”.

Di Palma Campania Vox parla da anni.
Per questo ha lanciato un disperato appello a Matteo Salvini, ora ministro dell’Interno: “Venga a vedere come siamo ridotti si faccia un giro anche qui e ci aiuti a trovare una soluzione”.

“Soprattutto – spiega – perché qui, nel corso degli anni, i politici locali hanno avallato questa invasione, per non parlare dei sindacati che con la scusa della cooperazione hanno consentito questa vera e propria invasione e tratta degli schiavi a fronte del percepimento di un congruo quid economico per ciascun bengalese fatto entrare”.

NON SOLO ONG, ANCHE I SINDACATI TRAFFICANO IMMIGRATI: DOMICILIO FITTIZIO PER DARE LA RESIDENZA AI BENGALESI – FOTO

“Qui abbiamo casi di tubercolosi – dice – per le strade è evidente l’assoluta assenza delle forze dell’ordine, non ci sono controlli né sulla regolarità dei contratti di lavoro di questi extracomunitari né su come vivono o se hanno una regolare patente di guida. C’è l’anarchia più totale. E tutto ciò è potuto avvenire perché Palma Campania è terreno fertile per chi vuole insediarsi irregolarmente e non rispettare le regole dello Stato”.

Palma Campania, dove la Tubercolosi è fuori controllo

Palma è l’Italia tra dieci anni se Salvini non fa quello che ha promesso.

La risposta di Salvini non si è fatta attendere:




Lascia un commento