Lega: “Il pugno al carabiniere di Pisa è violenza contro tutti gli italiani”

Condividi!

“Mi chiedo cosa diranno ora i paladini dell’accoglienza indiscriminata nei confronti di soggetti che si introducono clandestinamente in Italia per vivere a spese dei contribuenti commettendo ogni sorta di illecito nella certezza della più assoluta tolleranza e benevolenza da parte di chi, finora, si è arricchito speculando sulla falsa accoglienza e su una impossibile integrazione”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per il capogruppo della Lega in consiglio, Giovanni Minniti, il Minniti buono, le immagini dell’aggressione di ieri al carabiniere di Pisa hanno dimostrato che la misura è colma e bisogna intervenire immediatamente per allontanare dall’Italia la feccia africana.

“Sì, perché il pugno che ha colpito un fedele servitore dello Stato la cui unica colpa è stata quella di aver sequestrato merce contraffatta è un atto di violenza nei confronti delle istituzioni che quel militare rappresenta e dell’intero popolo italiano – sostiene -. Episodi del genere, commenta Minniti, si verificano perché alcuni settori dello Stato non hanno mai tutelato le forze dell’ordine nei cui confronti hanno sempre nutrito un certo pregiudizio ideologico quasi come fosse una colpa quella di cercare di perseguire i responsabili di reati. Provo ancora raccapriccio quando penso al carabiniere di Lucca ingiustamente condannato per le lesioni che un ladro di rame avrebbe subito al momento dell’arresto”.

“Mi piace pensare – conclude Minniti – che con Matteo Salvini alla guida del Ministero dell’Interno la musica cambierà ben presto ed anche i cittadini si sentiranno più sicuri a casa propria”.

Beh, o cambia o la faranno cambiare migliaia di ‘Traini’. Tertium non datur.

Quello che più sconvolge è che i militari non possano reagire, pena essere accusati da qualche magistrato rosso di ‘tortura’.




Lascia un commento