Business immigrati: indagato prefetto e 3 suoi funzionari

Condividi!

Business dei profughi: cinque indagati. La Procura di Vercelli rivela clamorosi dettagli sul “caso Malfi”

Clamorosi sviluppi nel caso dell’ex Prefetto di Vercelli Malfi. Una vicenda sempre più intricata su cui la Procura di Vercelli ha ritenuto di inviare alla stampa un lungo report, che riportiamo integralmente il cui succo è che esiste un’inchiesta per la gestione dell’emergenza profughi e che cinque persone sono indagate per illeciti. Lo stesso Malfi, il titolare di una cooperativa che gestisce l’accoglienza e tre dipendenti della Prefettura di Vercelli.

VERIFICA LA NOTIZIA
Bu
Il tribunale del Riesame di Torino ha accolto parzialmente l’appello della Procura di Vercelli e disposto la sospensione per sei mesi dall’incarico di prefetto per Salvatore Malfi, l’ex prefetto di Vercelli ora a Salerno al centro di un’inchiesta per abuso d’ufficio.

Per Malfi, così come per il titolare di una cooperativa vercellese nel settore della gestione dei migranti, sono stati riconosciuti reati di turbativa d’asta e falso ideologico per il bando sul servizio di accoglienza dei richiedenti asilo in provincia di Vercelli nel 2015 e 2016.

Sotto accusa è finito anche un’alto funzionario della prefettura di Vercelli per frode nelle pubbliche forniture e altre due funzionarie: la prima avrebbe avvisato preventivamente il titolare della cooperativa sugli imminenti controlli da parte del Commissariato per i rifugiati dell’Onu; la seconda è accusata di rivelazione di segreti inerenti un procedimento penale.

Abolire i prefetti. Burocrati che finiscono quasi sempre invischiati in losche trame contro i cittadini locali.




Lascia un commento