Rubarono a casa di Sala, arrestate 3 Zingare

Condividi!

Non avevamo dubbi: i pregiudizi hanno sempre ragione. Tre zingare – due adulte e una minore – che nel week end del 26-27 maggio rubarono nell’appartamento del sindaco dei ponti, Giuseppe Sala. Le tre sono state arrestate dalla polizia, a Milano. Fanno parte di una banda di ladre insospettabili, scrive con involontaria ironia l’Ansa.

A incastrarle un’impronta digitale lasciata sull’anta di un armadio, rilevata grazie ai sopralluoghi della polizia scientifica. L’impronta corrispondeva con quella di una zingara già schedata e con precedenti per furto: quindi non tanto ‘insospettabile’. Del resto tutti gli zingari sono già schedati per furto.

I poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Milano hanno scoperto il loro covo, alle porte di Milano, un vero supermarket di brand del lusso. Qui sono stati recuperati numerosissimi accessori, borse, foulards, pellicce.

Se non avessero rubato a casa di Sala, col cavolo che le avrebbero prese: non tutti i cittadini sono uguali.

Giovanissime, etnia rom nate in Germania, Francia e Italia, vestivano abiti costosi, Chanel e Prada. Ecco come hanno agito e come sono state beccate. Il video.

Posted by MilanoToday on Tuesday, June 5, 2018




Lascia un commento