Provincia di Trento vara decreto per sparare a orsi e lupi, proteste

Condividi!

“La Giunta provinciale di Trento ha deciso di varare un decreto che consentirà di sparare a lupi e orsi”. Così in una nota Rinaldo Sidoli, promotore della campagna ‘Salva il lupo’, che su change.org/soslupo ha raccolto oltre 383 MILA firme.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Chiediamo al governo – continua – di impugnare tale norma per violazione della Direttiva Habitat, che all’articolo 12 proibisce qualsiasi forma di cattura o uccisione di specie protette. È necessario l’intervento della Commissione Europea poiché la Direttiva di protezione degli animali selvatici, attribuisce agli Stati – e non alle Regioni o le Province autonome – anche la responsabilità delle eventuali deroghe. Il disegno di legge non è volto al fine di conservare la fauna selvatica, Ugo Rossi mente spudoratamente, è l’ennesimo regalo elettorale al mondo venatorio. Questa Giunta ha fatto di tutto per non favorire la convivenza con gli animali selvatici”.

Conclude la nota Sidoli: “Siamo certi che il neo Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, sincero amante dei diritti degli animali e dell’ambiente, farà ricorso alla Corte Costituzionale contro la legge provinciale e respingerà la richiesta pro caccia a lupi e orsi votata dalle Regioni, a modifica del DPR 357 del 1997”.




Lascia un commento