Cittadini incendiano stabile pronto ad ospitare immigrati: inutilizzabile

Condividi!

Rivolta. Un incendio ha distrutto il vano di uno stabile di Pescolanciano (Isernia) che avrebbe dovuto ospitare un Cat, centro di accoglienza temporanea, con 15 richiedenti asilo africani in fuga dalla guerra in Siria gestito da una Cooperativa privata.

VERIFICA LA NOTIZIA

I carabinieri hanno sequestrato l’immobile e indagano per incendio doloso.

Nei giorni scorsi il sindaco, Manolo Sacco, aveva incontrato i cittadini: tutti avevano espresso contrarietà. Come è ovvio che sia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il ricco proprietario dello stabile, un collaborazionista locale, aveva subito atti vandalici nella cappella di famiglia del cimitero del paese.

Le fiamme sono state notate durante la notte. Da qui la richiesta d’intervento ai Vigili del Fuoco. I danni sarebbero limitati solo al vano già allestito con letti e armadietti per accogliere i finti profughi, la restante parte sarebbe solo annerita dal fumo.




Lascia un commento