Torino, islamico picchia la moglie che osa uscire di casa dopo il tramonto

Condividi!

Come ha detto la Appendino, quando l’altro giorno ha fatto il suo ingresso scalza in moschea, i “musulmani sono l’orgoglio di Torino”. E lo dimostrano ogni giorno. Come Mohammed. Che ha picchiato con schiaffi e pugni la moglie perché voleva uscire di casa dopo il tramonto.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ arrivato al punto di stringerle il collo con le mani rischiando di strangolarla. Il tutto perché non accettava il fatto che la moglie potesse trasgredire alle regole del Ramadan. E’ successo nel quartiere San Donato, a Torino.

Gli agenti della squadra volante sono intervenuti sul posto dopo aver ricevuto diverse segnalazioni relative a un violento litigio in atto fra una coppia, entrambi marocchini.

La donna, 27 anni, si è presentata alla porta in evidente stato di shock e con ferite al viso e al collo. Trasportata in ospedale, è stata soccorsa e dimessa con una prognosi di 10 giorni.

Il marito è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia: gli agenti hanno accertato che l’uomo consentiva alla compagna di uscire di casa solo per andare a fare la spesa in sua compagnia. Era infatti prigioniera del consorte che la chiudeva a chiave in casa.




Lascia un commento