400 candidati ‘spia’ su bus Bolzano

Condividi!

Segnalare passeggeri senza biglietto, ma anche irregolarità del servizio di bus di linea: è questo il compito dei 50 ‘clienti-controllori’ che la società altoatesina di trasporti Sad ricompenserà con un buono-spesa da 150 euro ciascuno. L’iniziativa, lanciata alcune settimane fa, aveva suscitato le critiche, soprattutto dai sindacati, ma è stata accolta positivamente dai clienti. Sono, infatti, 400 i candidati ‘spia’.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Pensavo che si trattasse di uno scherzo d’aprile, quando l’iniziativa è stata presentata, ma evidentemente l’azienda va avanti con questo progetto assurdo”, afferma la segretaria della categoria dei trasporti Cgil-Agb, Anita Perkmann. “E’ evidente – prosegue – che il tutto è rivolto contro il personale Sad e non contro i ‘portoghesi’, che praticamente non esistono sui bus extraurbani perché i passeggeri possono entrare solo esibendo il biglietto all’autista. I problemi sono ben altri, per esempio archi d’impegno anche di 15 ore”.




Lascia un commento