Lega e M5s d’accordo: torni la leva obbligatoria

Condividi!

La proposta della Lega, per la prima volta, trova d’accordo anche il nuovo alleato di governo, il M5s: reintrodurre la leva obbligatoria per insegnare ai giovani a diventare uomini di domani.

La proposta, firmata dal leghista Gianpaolo Bottacin, assessore alla Protezione civile della regione Veneto, prevede il servizio di leva obbligatorio per tutti i cittadini italiani tra i 18 e i 28 anni, che dovrebbe durare otto mesi. I ragazzi potranno scegliere se impiegare questi mesi della loro vita impugnando un fucile oppure optando per il servizio civile. L’obiettivo? “Rinsaldare – si legge nella proposta – quel desiderio di appartenenza al gruppo che in molti ricordano conseguente al periodo vissuto con i commilitoni durante la leva”. E Salvini nel 2016 era stato chiaro: “Il modello è la Svizzera, dove un cittadino su due è armato e guarda caso i reati sono molti in meno rispetto all’Italia. Le armi le devi saper usare. Io reintrodurrei quattro mesi di servizio militare obbligatorio, così impariamo a sparare”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Erika Baldin, consigliera del Movimento cinque stelle, ha detto infatti che “il servizio militare può essere utile per far maturare i ragazzi, che al giorno d’oggi ne hanno bisogno”. Secondo la proposta, il servizio civile o militare i ragazzi lo svolgerebbero (qualora venisse approvata la proposta di legge) all’interno della propria regione.

L’importante è che siano solo i cittadini di sangue, come nell’antica Grecia. Per questo è fondamentale che una legge simile venga abbinata ad una sullo ius sanguinis: altrimenti rischiamo di armare tanti piccoli Mohammed. E’ il motivo principale per il quale non esiste leva obbligatoria nelle società multietniche.

A questo punto si potrebbe anche pensare ad un richiamo di una settimana l’anno anche per gli adulti, sul modello dei riservisti della guardia nazionale americana.




Un pensiero su “Lega e M5s d’accordo: torni la leva obbligatoria”

Lascia un commento