Bergoglio difende l’islam: “Equazione con terrorismo è sciocchezza”

Condividi!

Dopo avere avuto un momento di lucidità sulla questione gay, Bergoglio ha subito deciso di concedere un’intervista ‘riparatoria’ al direttore de L’Eco di Bergamo, nella quale ha difeso l’islam, definendo una “sciocchezza” l’assunto per cui la religione islamica e il fondamentalismo sono equivalenti.

“Sarà anche sulla bocca di tanti – ha detto – ma quell’equazione è una menzogna e una sciocchezza”. Beh, no, è nel Corano, che è parola rivelata e quindi innegabile e non riformabile.

Sul tema dell’immigrazione: “La vera accoglienza non può che essere totalmente disinteressata, quella che costa sacrifici”. E ancora:”La situazione internazionale è complessa, si sa, ma in ogni caso sono convinto che i muri si alzano per paura, per non vedere la sofferenza del fratello che può disturbare, si alzano per proteggere quello che invece andrebbe condiviso”. “Alzare un muro – ha detto sempre Bergoglio – è chiudere il proprio cuore, sigillarlo come una tomba. Non è una questione di generosità e neppure di solidarietà. Qui c’è tanto lavoro da fare, occorre creare una nuova cultura, una nuova mentalità, educare le nuove generazioni a pensare, e pensarsi, come un’unica famiglia umana, una comunità senza confini”.

Dove vive Bergoglio

Non fate quello che dicono, fate quello che fanno. E loro predicano ponti, ma erigono muri. Non sono scemi, sono solo interessati.




3 pensieri su “Bergoglio difende l’islam: “Equazione con terrorismo è sciocchezza””

Lascia un commento