Immigrati aggrediscono il ragazzino italiano sbagliato: atterrati a colpi di Muay thay

Condividi!

Stavolta gli immigrati hanno aggredito il ragazzino italiano sbagliato.

VERIFICA LA NOTIZIA
A dieci anni, all’ultimo anno delle scuole elementari, veniva perseguitato dai compagni di classe. Quando trovò il coraggio di parlarne con i genitori, questi decisero di iscriverlo ad una scuola di muay thai per fortificare il suo carattere ed evitare di farne una vittima a vita dei prepotenti.

Sette anni dopo – Martedì pomeriggio, il ragazzino, oggi diciassettenne, è stato aggredito da due nordafricani alle spalle mentre percorreva la pista ciclabile all’interno del parco della Martesana a Vimodrone. I due immigrati lo hanno colpito con pugni e calci alla testa e al corpo per rubargli il portafogli. Una volta a terra, però, il 17enne ha reagito a colpi di muay thai mettendo ko i due ladri stranieri e costringendoli a fuggire.

Arrivato a casa, il ragazzino è stato accompagnato in ospedale dai genitori – è stato dimesso con una prognosi di dieci giorni – e si è poi recato dai carabinieri a presentare denuncia.




Lascia un commento