Avevamo un ministro con la licenza elementare, e ci scassano con i corsi estivi di Conte

Condividi!

I radical chic sono tutti impegnati a spulciare il curriculum del premier indicato dai populisti

Abbiamo avuto per anni un ministro dell’istruzione con la licenza elementare, che millantava lauree un po’ ovunque, ma il problema sono i corsi estivi di Giuseppe Conte, premier in pectore indicato da Lega e M5s.

Corsi estivi alla New York University. Nel suo curriculum di 12 pagine si afferma che ha perfezionato gli studi nella prestigiosa accademia americana tra il 2008 e 2012 per «non meno di un mese». Ma per il New York Times, che forse confonde gli italiani per i suoi lettori radical chic, non è vero, in quanto «non si trova nessuno nei registri con il nome Giuseppe Conte».

E non si trova perché c’è scritta un’altra cosa: «Nel suo curriculum Giuseppe Conte ha scritto con chiarezza che alla New York University ha perfezionato e aggiornato i suoi studi. Non ha mai citato corsi o master frequentati presso quella Università. Quindi la stampa internazionale e quella italiana si stanno scatenando su presunti titoli che Conte non ha mai vantato!», puntualizza in una nota l’Ufficio Comunicazione del MoVimento 5 Stelle. «Conte, come ogni studioso, ha soggiornato all’estero per studiare, arricchire le sue conoscenze, perfezionare il suo inglese giuridico. Per un professore del suo livello sarebbe stato strano il contrario. Lo ha fatto e lo ha giustamente scritto nel curriculum, ma paradossalmente questo ora non va bene e diventa addirittura una colpa. È l’ennesima conferma che hanno davvero tanta paura di questo governo del cambiamento», si legge ancora nella nota diffusa dal M5S.

E sinceramente, a noi, di quali corsi estivi abbia frequentato Conte, non ce ne sbatte nulla.




Lascia un commento