“Incapace di intendere”: scarcerato l’africano che prese a sprangate passante a Milano

Condividi!

È incredibilmente stato scarcerato e trasferito in una Rems, l’ex ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, il camerunese Frankline Njuakeh.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’immigrato, 32 anni, era stato arrestato lo scorso 23 gennaio per tentato omicidio: aveva sferrato tre sprangate alla testa, senza alcun motivo, a un passante che stava aspettando il tram a Milano.

MILANO: AFRICANO PRENDE A SPRANGATE PASSANTE E GLI SPACCA LA TESTA

Ora è libero. Perché le Rems sono cliniche senza alcuna sorveglianza.

Da una consulenza psichiatrica, disposta dal pm di Milano Isabella Samek Lodovici e depositata nelle scorse settimane, era emerso che l’uomo era incapace di intendere e di volere al momento dei fatti, perché soffre di una grave forma di schizofrenia:

Migrante prende a sprangate passante: “E’ schizofrenico e incapace di intendere”

E così, ora, il gip ha deciso di disporre la scarcerazione di Njuakeh e il trasferimento nella “residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza” nel Mantovano, tenuto conto anche della sua “pericolosità sociale”. Mentre l’inchiesta si avvia verso la chiusura, spetterà poi ad un giudice (in caso, probabile, di richiesta di rito abbreviato della difesa) decidere se disporre un nuovo accertamento psichiatrico o riconoscere l’incapacità totale emersa nella consulenza del pm e quindi assolvere l’imputato e stabilire una misura di sicurezza in via definitiva.

La vittima, che rischiò di morire, a causa dell’aggressione ha riportato una grossa cicatrice sulla testa e ha subito anche l’indebolimento permanente dell’udito.

STUDIO: 54% Profughi in Italia ha disturbi mentali

Non abbiamo motivo di dubitare che sia schizofrenico. Come del resto sono molti di quelli che sbarcano, e questo crea un problema enorme di sicurezza. E allora l’unico provvedimento è l’espulsione. Non pesare sui contribuenti italiani spassandosela in una clinica.




Lascia un commento