Clandestino rifiuta rimpatrio, lo fanno scendere da aereo

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

A seguito dell’arresto da parte di personale della Squadra volante di un cittadino nigeriano, M.M di anni 38, resosi responsabile dei reati di “lesioni e resistenza a pubblico ufficiale”, il personale della Squadra mobile ha rintracciato nell’abitazione che ospitava quest’ultimo un altro cittadino straniero – E.J.J. di anni 41 – sempre nigeriano, il quale essendo irregolare sul territorio nazionale è stato destinatario di un provvedimento di espulsione e di decreto di accompagnamento coatto alla frontiera convalidato dal Giudice di Pace.

Poiché il 41enne ha tenuto un atteggiamento non collaborativo nei confronti del personale dell’Ufficio immigrazione, non consentendo così il suo imbarco a bordo dell’aereo fino al paese di origine, è stato accompagnato al Centro per Rimpatri di Torino.

Questa notizia fa capire perché non riusciamo ad espellere i clandestini. Non è sensato usare aerei di linea dove imbarcarli tra normali passeggeri con due o più accompagnatori. Servono C-130 dove caricarli in gruppo controllati da militari. Militari che vanno ritirati da zone come l’Afghanistanv dove non sono strategici.

4mila euro per espellere clandestini con Alitalia: 700euro se usassimo C-130 militari




Lascia un commento