Salvini contro tutti: “Non permetterò un’altra estate di sbarchi”, attacco francese

Condividi!

“Sono fiducioso” sulla formazione del governo, “abbiamo già fatto un lavoro che non è mai stato fatto nella storia della Repubblica italiana, ossia definire un programma punto per punto da rispettare mese per mese. E se qualcuno non rispetterà questo programma, salta tutto”. Questo il monito del leader della Lega, Matteo Salvini, lanciato nel corso di una visita a uno dei gazebo allestiti a Milano per consultare la base leghista sul contratto di governo con i Cinquestelle.

“Tempi per il Governo? La settimana prossima”, così il leader della Lega Matteo Salvini intervistato al gazebo di voto per il contratto di Governo. “Non voglio pensare a un’altra estate di sbarchi, di sofferenza e di confusione. Ipotesi staffetta? Non è che non ci fidiamo… Essendoci due forze politiche cerchiamo figura che vada bene a tutti. Le coperture? Ci sono. Premier? Una figura che vada bene a entrambi, con esperienza professionale incontestabile che condivida e che abbia aiutato la stesura del programma di governo. I conti di Cottarelli? Leggo tanti numeri sospesi per aria, quasi tutti quelli che ci danno lezione hanno contribuito al fallimento di questo Paese”

I temi più richiesti dagli elettori della Lega “sono quelli sulla sicurezza, sull’immigrazione, sulla legittima difesa, da subito una riduzione fiscale, da subito la chiusura delle liti con Equitalia, da subito la revisione della legge Fornero. Si possono fare tante cose. Spero che nessuno in Europa e in Italia ci metta i bastoni fra le ruote”, ha aggiunto.

Intanto arrivano le minacce dai francesi. Secondo il ministro dell’economia, Bruno Le Maire, la stabilità della zona euro sarà “messa a rischio” se il prossimo governo italiano non rispetterà i suoi impegni su debito, deficit e banche. “Se il nuovo governo non rispetterà i suoi impegni sul debito, sul deficit, ma anche sul consolidamento delle banche, l’intera stabilità finanziaria della zona euro sarà minacciata”, ha avvertito nel corso di una trasmissione televisiva.

“Tutti in Italia devono capire che il futuro dell’Italia è in Europa e da nessun’altra parte, e perché questo futuro sia in Europa ci sono regole da rispettare. Gli impegni presi dall’Italia valgono qualunque sia il governo, io rispetto la decisione sovrana del popolo italiano, ma ci sono impegni che superano ognuno di noi”. Le Maire ha poi ribadito l’intenzione di raggiungere un accordo con la Germania per fissare “una tabella di marcia” per la riforma della zona euro il prossimo giugno.

Lui fa gli accordi con la Germania, noi dobbiamo rispettare presunti impegni. Uno strano concetto di ‘unione’.




Lascia un commento