Milano, Sala ammette: ‘Rom vengono per delinquere’

Condividi!

Sala smentisce se stesso e promette, forse, la chiusura dei campi rom della città. Secondo il sindaco di Milano, infatti, “non sono un modello di successo né da replicare. Certamente non se ne creeranno di altri e verificheremo più avanti se c’è la possibilità di chiudere quelli esistenti”, ha detto. Tanto a breve arriverà la ruspa.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Non voglio mettergli la croce addosso – dice parlando degli zingari -, ma pensiamo che non vengano a Milano a fare vacanza. C’è il rischio che aumentino le attività delittuose. È una battaglia continua per farli spostare”.

“La città ci chiede meno tolleranza. Adesso non dobbiamo limitarci a spostarli, ma bisogna aumentare i controlli sui documenti, verificare se mandano i bambini a scuola, dove buttano i rifiuti. C’è bisogno di una pressione continua”.

Quasi 1 milione di euro per dare case nuove a zingari, loro le distruggono – FOTO

Attualmente a Milano, come elencato dal vicesindaco e assessore alla sicurezza, Anna Scavuzzo, ci sono 9 aree occupate abusivamente: via Cusago, Cima, Bonfadini, Medici del Vascello, Rubattino, Sacile, Ausonia, l’area intorno a Muggiano e intorno al San Carlo; mentre i campi autorizzati sono cinque: Bonfadini, Chiesa Rossa, Impastato, Martirano e Negrotto. Non è finita ci sono anche quattro aree non autorizzate ma consolidate: Monte Bisbino, Vaiano Valle, Bonfadini e Cusago.

“Ci sono alcuni percorsi — dice Scavuzzo — per cui uno si regolarizza: se ne ha diritto si mette in lista per una casa popolare e fa la trafila come tutti i cittadini. Certamente non parliamo di assegnazione di immobili. Non ha funzionato rendere stanziale chi è nomade”. Insomma, in lista per le case popolari.

“Alla faccia del Piano-rom voluto dall’assessore Majorino ai tempi della giunta Pisapia, che ha buttato al vento milioni di euro per passare dai campi, alle baracche, alle case — ha commentato in una nota Riccardo De Corato, assessore lombardo —. Che oggi il sindaco di Milano ‘forse’ stia strizzando l’occhio al nuovo Governo che si sta creando?”




Lascia un commento