Emergenza immigrati: se vogliono una donna ora se la prendono

Condividi!

Se vedono una donna e la vogliono se la prendono

Ormai sono come bestie allo stato brado. Sequestrano le donne alle fermate del bus e le stuprano, come fossero animali da monta. L’ultimo caso, accaduto a Roma, evidenza il drammatico stato dello cose.

Potremmo scrivere che la situazione è sfuggita di controllo, ma in realtà è da anni che lo è. Le politiche degli ultimi governi targati PD hanno solo portato la condizione della nostra società oltre il punto di non ritorno.

In epoche meno civili, gruppi di giovani avrebbero iniziato già da questa mattina ad assaltare le centinaia di bugicattoli bengalesi che infestano la Capitale, per vendetta. Ma fortunatamente il progresso ha tolto al maschio europeo l’incombente responsabilità di proteggere e vendicare le proprie donne.

Rimane il fatto che a Roma vivono diverse migliaia di bengalesi. Gruppo etnico che, insieme ai pakistani, ha della donna lo stesso concetto che il Pd ha della democrazia: un oggetto da stuprare. Questo dicono le statistiche di quei paesi.

Un provvedimento semplice semplice che il prossimo governo populista dovrebbe mettere in pratica è il seguente: controllare le statistiche dei Paesi a livello globale e bloccare l’immigrazione da quelli nei quali il numero di reati è superiore alla media di quelli commessi dagli italiani.

Perché un Paese normale dovrebbe fare entrare individui provenienti da zone del mondo dove lo stupro è la normalità? Abbiamo i nostri stupratori, pochi, non è il caso di importarne da popolazioni con una propensione alla violenza sessuale dieci volte la nostra.




Lascia un commento