A Torino i campionati di recitazione del Corano, non sono ammessi errori

Condividi!

A Torino i campionati di recitazione del Corano, che si svolgeranno il 2 giugno (hanno scelto una data simbolica) nella moschea Mohammed VI. Nella città del sindaco M5s, Chiara Appendino, è previsto l’arrivo di centinaia di musulmani eccitati da tutta Italia, pronti a sfidarsi nella declinazione dei versetti a memoria e con la giusta intonazione.

VERIFICA LA NOTIZIA

La gara è stata organizzata dalla Federazione islamica del Piemonte. La giuria, composta dagli imam giunti dal Marocco a Torino per il Ramadan, valuterà quattro fattori: coerenza durante l’intera recitazione, fonazione, regole di recitazione coranica e memorizzazione. Col testo sacro dell’Islam che, durante l’esibizione, dovrà restare chiuso. I giudici sceglieranno un passo e il concorrente dovrà proseguire. Non sono ammessi errori.

‘Giustiziato’ a Mosul, perché non ricorda versetto del Corano – VIDEO

Nel 2017 i campionati di recitazione erano stati organizzati dal Comitato musulmano di Bergamo. «La difficoltà», aveva spiegato il presidente del centro, Youssef Ait Abbou, «è saper intonare la recita a memoria non dall’inizio alla fine, ma da qualsiasi versetto chieda la giuria, senza sbagliare».




Lascia un commento