Contratto: 48mila alloggi occupati da immigrati, rimpatriarli tutti

Condividi!

C’è anche questo nel contratto firmato da Lega e M5s, un punto presente nel programma leghista

A pagina 44 si legge: dati sulle occupazioni abusive indicano che esistono circa 48.000 alloggi detenuti illegalmente in Italia e nei confronti degli occupanti abusivi “è necessario velocizzare le procedure di sgombero attraverso l’azione ferma e tempestiva qualora non sussistano le condizioni di necessità certificate”. Lo indica il contratto di Governo M5S-Lega.

Il documento rileva che “non esiste un catasto delle abitazioni occupate. Molte, infatti, appartengono all’edilizia pubblica; una minima parte sono invece di privati e questo ha reso più difficile censirle”.

L’accertamento dello stato di necessità, secondo il contratto, “è di competenza dell’Azienda sanitaria locale e dei Servizi sociali territoriali. Le sole condizioni di difficoltà economiche – si sottolinea – non possono mai giustificare l’occupazione abusiva”. Inoltre, viene aggiunto, “gli occupanti abusivi stranieri irregolari vanno rimpatriati“.

Salvini ha spiegato perché ha scelto di mettersi al tavolo delle trattative con il Movimento 5 stelle: «Potevo, in questi giorni, starmene tranquillo a casa, in poltrona, a guardare i sondaggi che dicono che la Lega Nord cresce, e fregarmene del futuro del Paese in attesa dell’ennesimo governo tecnico. Poi al prossimo turno elettorale magari eleggo qualche parlamentare in più e sono contento». Ma la strada scelta da Salvini è un’altra: «Ho preso la via più difficile e non so se arriverò fino in fondo. Ma mi sono alzato da questa poltrona per scrivere qualcosa che serve al futuro di questo Paese e ai nostri figli. Non so se ci riusciremo, ma chi non scende in campo la partita l’ha già persa. E io per come sono fatto mi gioco la partita».




Lascia un commento