Berlusconi vuole fare il premier con il 9% dei voti

Condividi!

“Sono disponibile a guidare un governo di centrodestra”. Da Aosta, probabilmente inebriato dall’altitudine, Berlusconi manda un pizzino a Mattarella.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Al momento non c’è nessuno con l’esperienza necessaria per fare il premier, io sono disponibile se Mattarella mi darà l’incarico”, ha detto rilanciando l’ipotesi di un governo con li PD (perché o lo fai con il M5s o lo fai con il PD, tertium non datur): “Credo che quello che dovrebbe accadere dovrebbe essere la possibilità di dare l’incarico al centrodestra di presentare un proprio programma al parlamento dove saremmo sicuri di ottenere la maggioranza e dare vita ad un governo che potrebbe durare per molto tempo, anche per tutta la legislatura”, ha detto.

“C’è un certo Silvio Berlusconi che ha un’esperienza di nove anni al governo del Paese, che ha presieduto per tre volte il G7 e il G8 ed è tornato disponibile. E con la carenza di personaggi che c’è…”.

“Salvini sta parlando a nome suo e della Lega”, spiega, “Non ha parlato a nome della coalizione. La coalizione con un programma comune è altra cosa e non ha nulla a che vedere con il Movimento 5 Stelle. Nell’ultima telefonata a Salvini ho consigliato di tornare a casa, con lui ora c’è molta distanza”.

Salvini parla dall’alto del 30 per cento. Non si può fare il premier con il 9% dei voti e andando a comprare deputati e senatori in Parlamento come ha fatto il PD.




Lascia un commento