L’ultima dei clandestini: comprare bambini per fingersi “famiglie in fuga”

Condividi!

Se per aggirare la clandestinità molti immigrati hanno capito che basta chiedere asilo politico, anche se, nella maggior parte dei casi, non ne hanno i requisiti, l’ultimo stratagemma trovato dagli aspiranti profughi per assicurarsi il permesso di soggiorno è quello di riconoscere il figlio di una sconosciuta. Ovviamente a pagamento: negli ultimi mesi la commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale ha smascherato cinque coppie di falsi genitori. Dietro alla vendita di false paternità quasi sicuramente si celano delle organizzazioni criminali.




Lascia un commento