Armati di machete sequestrano famiglia: “Dammi i soldi o taglio la testa a tuo figlio”

Condividi!

Brutale rapina ai danni di una famiglia di Principina, alle porte di Grosseto. I banditi hanno fatto irruzione di notte nella proprietà della famiglia, armati di pistola e a volto coperto. I malviventi hanno minacciato i tre (un uomo, suo figlio e la fidanzata del figlio) fino a quando non sono riusciti a trovare diecimila euro per poi fuggire. Le vittime sono state malmenate e legate.

Una violenza inaudita, che ha lasciato le vittime sotto choc.

E’ la mezzanotte tra sabato e domenica. Il ragazzo e la sua fidanzata sono nel camper parcheggiato nel giardino della casa. Il padre sta riposando nella sua stanza. Tre malviventi, tutti col volto coperto, irrompono nel cortile armati di pistola e machete.

VERIFICA LA NOTIZIA

Legano e sequestrano i due fidanzatini. Cercano soldi che non trovano nel camper. si dirigono allora in casa dove il padre viene legato e portato fuori insieme al figlio.

I malviventi fanno inginocchiare il ragazzo di fronte al padre. Poi gli puntano il machete al collo: “Dimmi dove tieni i soldi altrimenti taglio la testa a tuo figlio”. L’uomo indica ai ladri il luogo dove troveranno 10mila euro. Infine la fuga: per scappare i malviventi rubano la fiat 500 della famiglia (poi ritrovata abbandonata poco distante).




Lascia un commento