Nave Ong sorpresa a prelevare clandestini dagli scafisti

Condividi!

Ieri l’ennesima ondata di sbarchi:

Governo ha fretta: scaricati 300 clandestini in Sicilia

Tra le navi che hanno prelevato clandestini in Libia per scaricarli in Italia, anche la famigerata Acquarius di Sos Meditérranée che collabora con Medici Senza Frontiere.

A rendere particolare l’ultimo traghettamento dei trafficanti umanitari, il comunicato post ‘salvataggio’ della stessa Ong, che sembra una sorta di tentativo di crearsi un alibi in caso di indagini.

VERIFICA LA NOTIZIA

Durante il soccorso erano presenti nell’area due piccole barche da pesca. Sebbene i loro occupanti non abbiano ostacolato il salvataggio, i nostri team hanno assistito all’estrazione del motore e della benzina dal gommone da parte degli occupanti di questi pescherecci una volta completata l’operazione di soccorso.

Questa è la confessione, di fatto, di una collaborazione con gli scafisti/miliziani islamici. Altro che “non hanno ostacolato”.

Se vuoi nascondere qualcosa, mettilo in bella vista.

Così, se qualcuno ti stava fotografando o seguendo dal satellite mentre prelevavi i clandestini a pochi metri dagli scafisti che te li avevano portati dove era previsto, alla richiesta di chiarimenti di qualche magistrato, puoi dire che sì, c’erano degli strani barchini, ma tu non li conoscevi.

Del resto è il comportamento descritto da Zuccaro nelle inchieste: gli scafisti danno appuntamento alle Ong, portano i barconi e tolgono i motori per riutilizzarli per futuri viaggi. Poi affidano i barconi alle navi delle Ong.

Scrivendolo nel comunicato tentano di derubricare il tutto ad avvenimento occasionale e non concordato. E si creano un alibi.

Oltre a questo, è strano anche il comportamento della stessa nave Acquarius nei giorni precedenti questo ‘salvataggio’. Ne ha seguito gli spostamenti Francesca Toffolo sul Primato Nazionale:

https://www.ilprimatonazionale.it/senza-categoria/in-questi-giorni-una-ong-ha-collaborato-con-gli-scafisti-ecco-le-prove-85283/

La sua analisi è totalmente condivisibile. Le casualità sono troppe.




Lascia un commento