Ladro albanese protesta: “Volevo solo rubare”

Condividi!

La sua versione è che voleva ‘solo’ rubare, mica rapinare. E la spudorata difesa spiega che a causa dello sparo, Zef Tuci, il ladro albanese, «sembra abbia dei postumi, qualche residuo che deve essere ancora monitorato dai medici». Insomma, non puoi ‘lavorare’.

Così il suo avvocato, tal Carlo Madama.

A marzo, l’autotrasportatore Antonio Bonfiglio, cinquantasei anni, gli aveva sparato perché l’aveva trovato nottetempo nella sua proprietà a Casteggio:

Salvare ladro albanese c’è costato 6.500 euro, blitz Lega – VIDEO

Bonfiglio è indagato per eccesso colposo di legittima difesa.

VERIFICA LA NOTIZIA

Adesso «la situazione è in divenire, il mio assistito attualmente è a sua volta indagato per tentata rapina – ha sottolineato il suo legale, Madama –. Le indagini sono ancora in corso, valuteremo prossimamente un eventuale interrogatorio con il Pm». Tuci al momento si trova in stato di libertà ed è in Italia. Mentre era in ospedale, Tuci ha ricevuto la visita dell’europarlamentare Angelo Ciocca, che l’ha ripreso con un video in diretta Facebook e gli ha consegnato un cartello che indicava quanto le sue cure erano costate agli italiani:




Lascia un commento