Complice terrorista islamico lavorava in dipartimento immigrazione

Condividi!

La Francia è l’esempio di cosa diventano un Paese quando i migranti islamici si integrano, diventano cittadini e si infiltrano nel sistema politico-burocratico-militare.

L’amico di Khamzat Azimov, autore dell’accoltellamento di Parigi che questo sabato ha fatto un morto e diversi feriti, era impiegato presso l’Ufficio francese dell’Immigrazione a Strasburgo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo ha confermaato il direttore generale dell’Ufficio, Didier Leschi.

Abdul Hakim A. aveva un contratto rinnovato fino a dicembre, è stato licenziato lunedì. Dopo l’attentato.

Quando è stato assunto, “sono stati effettuati tutti i controlli legali, compreso il controllo dei casellari giudiziari”, ma “non aveva precedenti”, ha aggiunto.

Nato in Cecenia, Grozny, nel 1997, Abdoul Hakim A. aveva ottenuto la cittadinanza francese all’età di 13 anni, insieme a sua madre. La stessa storia del terrorista di Parigi.

E’ stato educato nella stessa scuola superiore di Strasburgo di Khamzat Azimov. Ius Culturae direbbe la Boldrini.

Abdoul Hakim A. è stato arrestato dopo l’attentato. Come il suo amico Azimov era seguito dai servizi di intelligence. Ma non puoi controllarli tutti per 24 ore al giorno.

Magari, però, puoi non assumerli al dipartimento dell’immigrazione? Impossibile, sono ‘francesi’.




Lascia un commento