Jobbik conferma svolta moderata e perdente

Condividi!

Il partito conservatore nazionalista Jobbik, in un congresso straordinario, ha eletto il nuovo leader al posto di Gabor Vona, dimessosi dopo la pesante sconfitta elettorale dell’8 aprile.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il nuovo presidente è Tamas Sneider, che da giovane era noto per le sue posizioni estremiste, ma adesso sostenitore di Vona nel cambiamento di linea del partito. Cambiamento di linea che ha portato al tracollo elettorale.

Sneider promette di continuare la politica moderata centrista, iniziata da Vona.

La sua elezione è stata ottenuta solo di misura su Laszlo Toroczkai, rappresentante dell’ala dura del partito, sindaco del comune Asotthalom, ideatore della barriera anti-clandestini sul confine, realizzata poi dal governo di Viktor Orban, vero trionfatore delle elezioni.

Jobbik è il secondo partito in Ungheria dopo il Fidesz di Orban. Alle ultime elezioni, grazie alla svolta moderata, ha subito una pesante sconfitta e conta un gruppo parlamentare di 26 deputati.

Evidentemente godono nel perdere.




Lascia un commento