Mattarella minaccia Salvini: “Premier lo nomino io”

Condividi!

Il presidente abusivo della Repubblica Sergio Mattaerlla, omaggiando l’ex capo dello Stato Luigi Einaudi, ha tracciato quello che non può non apparire come un minaccioso paragone con l’attuale situazione politica: “Luigi Einaudi si servì in pieno delle prerogative attribuite al suo ufficio ogni volta che lo ritenne necessario. Fu il caso illuminante del potere di nomina del presidente del Consiglio dei ministri, dopo le elezioni del 1953. Nomina per la quale non ritenne di avvalersi delle indicazioni espresse dal principale gruppo parlamentare, quello della Democrazia Cristiana”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Qualcuno potrebbe definirla una minaccia mafiosa. Einaudi, comunque, non venne nominato da un Parlamento incostituzionale e da una maggioranza oggi precipitata sotto il 20 per cento, e anche allora non era a più del 30 per cento.




Lascia un commento