Governo populista ad un passo: Salvini premier, Di Maio ministro

Condividi!

“Ci proverò fino all’ultimo minuto… a costo di sembrare uno che pecca di ottimismo e di fiducia. Io sono pronto da domattina”, Salvini a Circo Massimo su Radio Capital conferma lo strenuo tentativo di dare un governo eletto dal popolo all’Italia.

E Di Maio cede, facendo sapere che non c’è alcun veto su Berlusconi, “ma la volontà di dialogare con la Lega”. “Noi vogliamo fare un governo che preveda due forze politiche e non quattro – conclude il capo politico del M5S – se siamo arrivati a questo punto è perché ci sono dei responsabili”.

VERIFICA LA NOTIZIA

In seguito Matteo Salvini e Luigi Di Maio si sono incontrati alla Camera e hanno chiesto al Quirinale altre 24 ore prima che Sergio Mattarella nomini il suo governo “gender”. Secondo la Lege le possibilità di successo sono “al 75%”. Dal M5S filtra un “stiamo trattando”.

A cambiare tutto il passo indietro del M5s con Di Maio che questa mattina ha detto di non avere veti su Silvio Berlusconi, ma di volere un governo a due e non con quattro forze politiche.




Lascia un commento