L’omicidio “razzista” del senegalese? Sono stati 2 albanesi

Condividi!

Ci sono due indagati per l’omicidio del 27enne senegalese freddato a Rimini con due colpi di pistola la notte fra il 17 e il 18 aprile che aveva scatenato i pianti degli antirazzisti in tenuta permanente di combattimento.

VERIFICA LA NOTIZIA

Si tratta di due albanesi, Genard Dulaj, 28 anni, e Artmir Mehmetllanaj di 22, gli stessi che sono indagati anche per una vicenda di spari a vuoto nella vicina Santarcangelo, la notte del 31 marzo. È un passo avanti decisivo nell’indagine per l’omicidio della Camminata degli artisti, dove è stato ucciso con due colpi di pistola Makha Niang. La Procura ha notificato ai due gli avvisi di garanzia per accertamenti tecnici d’ufficio, ipotizzando il reato di concorso morale o materiale in omicidio.

I due indagati sono in carcere dalla sera del 18 aprile, arrestati dai carabinieri di Rimini che stavano indagando sugli spari. La sera dell’omicidio vennero fermati dai carabinieri nella zona. Sono indagati anche per danneggiamento, ricettazione di una pistola 357 Magnum e per esplosione pericolosa.

Regolamento tra bande. La società multietnica.




Lascia un commento