Lega: “Chi vota governo gender di Mattarella è fuori da coalizione”

Condividi!

Matteo Salvini e Luigi Di Maio lo hanno già bocciato. E la Lega avvisa: “Se Silvio Berlusconi deciderà di sostenere un governo neutrale – dice Giancarlo Giorgetti – ci sarà un grosso problema all’interno della coalizione”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Salvini ha concordato che, fallito ogni tentativo di esecutivo con il M5s, la data migliore per andare al voto sarebbe l’8 luglio. La data più probabile, in caso di elezioni estive, dovrebbe essere il 22 luglio.

“Votando a luglio c’è un rischio di astensione – ammette lo stesso Giorgetti – ma siamo contrari al voto a settembre, perché bisogna dare presto un governo che rispetti i desiderata degli italiani”.

“Vogliamo trovare una soluzione per permettere la partenza di un governo politico e una forma di coinvolgimento di Forza Italia che sia compatibile con la presenza del Movimento 5 stelle”.

“Ci siamo presentati insieme a Berlusconi per questo motivo di coerenza, che magari va oltre l’interesse e la logica, teniamo fede a questo impegno. Però – ribadisce – chiediamo uno sforzo, una soluzione che permetta di rispondere agli italiani che ci chiedono un governo che rispetti il voto del 4 marzo”.




Lascia un commento