Agente massacrato sul treno, Lega: “Emergenza finti profughi nigeriani, rimpatriarli tutti”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
L’ennessima aggressione a un poliziotto da parte di richiedenti asilo nigeriani avvenuta sul treno Milano-Lecco mette in evidenza l’emergenza profughi: sempre più brutali, sempre più arroganti.

Africani (10) mentre pestano agente: “Siamo profughi, non puoi farci niente” – VIDEO

Secondo il deputato leghista Paolo Grimoldi c’è la “necessità di dare una stretta a questo circo miliardario dell’accoglienza dei falsi profughi cominciando proprio dai nigeriani”.

“I nigeriani non scappano da nessuna guerra, considerando che anche il loro presidente della Repubblica li ha più volte invitati a tornare in patria aggiungendo che quelli che partono sono soprattutto delinquenti, falsi perché i nigeriani non hanno il minimo requisito per essere considerati rifugiati e questo lo dicono le statistiche relative agli esiti delle domande di accoglienza: nel 2016 su 15.616 domande di asilo presentate da nigeriani appena 439 hanno ottenuto il riconoscimento dello status di rifugiato e si trattava quasi sempre di donne o minori”.

Presidente Nigeria: “I nostri giovani sono fancazzisti, vogliono essere mantenuti”

E ancora: “Bastano questi numeri per chiedere al prossimo Governo, al prossimo ministro degli Esteri, di attivarsi subito con la presidenza della Nigeria per rimpatriare questi clandestini che stiamo inutilmente mantenendo a 1100 euro al mese e che per di più in molti caso delinquono o uccidono come purtroppo è accaduto a Macerata”. Caso emblematico che ha scioccato l’Italia intera.




Lascia un commento