Pamela, furia contro Boldrini e Kyenge assenti ai funerali: “Mandata nemmeno una corona”

Condividi!

Alessandra Verni e con lei il fratello Marco Valerio, che è anche il legale della famiglia di Pamela Mastropietro, hanno accettato i fiori bianchi di Luca Traini. Traini non ha dimenticato Pamela e nel giorno dei funerali ha fatto arrivare il suo omaggio a Pamela.

Apprezzato, come abbiamo avuto modo di sentire dalla mamma di Pamela: «Ci hanno fatto piacere — dicono i parenti —, è stato un omaggio apprezzato, di vicinanza. Anche perché se avessimo rifiutato la sua corona, allora non avremmo dovuto nemmeno stringere la mano a tutti quei politici che non hanno fatto nulla per evitare la morte di Pamela».

I politici presenti ai funerali, in realtà, erano pochi: c’erano Virginia Raggi (obbligata in quanto sindaco), e poi Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, Maurizio Gasparri e il neodeputato maceratese della Lega Tullio Patassini in rappresentanza di Salvini, che non ha voluto togliere la scena alla famiglia.

Invece, sinistra e governo hanno lasciato sedie vuote. Strano. Ricorderete il lungo corteo di sinistardi ai funerali del clandestino di Fermo:

Il presidente della Camera, Laura Boldrini, a Fermo in occasione dei funerali del nigeriano Emmanuel Chidi Namdi nella Cattedrale di Santa Maria Assunta in Cielo, Italia, Domenica Luglio 10, 2016.
Mummie politiche al funerale del clandestino nigeriano insieme ai membri della Mafia nigeriana

L’assenza è stata criticata anche su Raitre dove, ieri sera, nella rubrica “Le parole della settimana”, Massimo Gramellini, giornalista di sinistra: “Quando non consideri la presenza ai funerali una forma di solidarietà ovvia nei confronti di chi ha perso una figlia in modo tanto brutale – ha detto – allora non sei né di destra né di sinistra. Sei semplicemente un posto vuoto in chiesa che qualcun altro occuperà”.




Lascia un commento