Spacciatore non può essere espulso perché ha 7 figli

Condividi!

«È socialmente pericoloso perché condannato per spaccio» recitava la sentenza con cui era stato arrestato un uomo di 50 anni per spaccio di droga a Conegliano Veneto (Treviso).

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma il marocchino, che ci ha ‘benedetti’ con 7 figli, ha fatto ricorso al Tar, che gli ha dato ragione: vive da 30 anni in Italia insieme alla famiglia e la condanna non basta a farlo rimpatriare, perché le condizioni in cui verserebbero moglie e figli senza di lui sono ritenute più importanti della sua pericolosità sociale. Insomma: deve spacciare per mantenere i figli in Italia.

Serve un governo che faccia una legge molto semplice: al primo reato, non importa quale, l’immigrato viene espulso. Anche se ha 7 figli. Anzi: soprattutto se ci ha messo sul groppone 7 figli.




Lascia un commento