Gli zingari rubano i cani: 1 ogni 15 minuti, li vendono alla vivisezione

Condividi!

E’ un fenomeno noto da tempo, quello dei rapimenti degli zingari che sottraggono i cani per rivenderli. O peggio. Fenomeno confermato dai dati resti noti da Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente).

Secondo gli animalisti, in Italia ogni 15 minuti viene rapito un cane. Un business lucroso per gli zingari, per la maggior parte responsabili dei furti, riconducibili a bande di rom organizzate.

VERIFICA LA NOTIZIA

I cani vengono prelevati dalle case, dai giardini o, addirittura, direttamente dalle mani del proprietario, per poi scomparire nel nulla, smistati in “allevamenti lagher” nei paesi dell’Est o venduti in altri Paesi. A volte, però, il loro destino potrebbe essere più crudele: i cani rischiano infatti la vivisezione clandestina o trasformati in veri e corrieri della droga.

I canali sono gli stessi dei bambini.

L’accusa del Daily Mail: Rom rapiscono centinaia di bambini in Europa




Lascia un commento