Rissa nel Pd sul M5s: Renzi contro Franceschini

Condividi!

“Grillo torna al referendum sull’euro.
Da quando ha capito che non andranno a
Palazzo Chigi, ha ripreso con insulti e
follie”, scrive Renzi su Facebook.

“Per due mesi hanno fatto i bravi, gli
istituzionali. Oggi capiscono di non
avere i numeri per governare quindi
sbroccano. Grillo accusa addirittura
gli altri partiti di colpo di stato per
la legge elettorale”, prosegue Renzi.
“Sono orgoglioso di aver contribuito,
con tanti amici, a evitare l’accordo
Pd-M5S. La coerenza vale più delle pol-
trone”.

Se lo dice un esperto. Di poltrone.

Per Franceschini la riflessione di Ren-
zi sul M5S è “sbagliata e superficiale”
“Proprio il fatto che Grillo e i 5
Stelle, fallita una prospettiva di go-
verno, tornino ai toni populisti ed
estremisti dimostra che avremmo dovuto
accettare la sfida di un dialogo”, dice
il ministro della Cultura.

“Come evolve un movimento che raccoglie
il consenso di un terzo degli italiani
riguarda anche il Pd e tutto il Paese
ed è miope pensare sia un vantaggio che
regredisca a posizioni populiste”, ag-
giunge Franceschini.




Lascia un commento