Premier libico al TG1: “Terroristi sui barconi”

Condividi!

E’ da anni che i terroristi arrivano con i barconi. Hanno colpito a Parigi, Bruxelles e Berlino. Ma la Rai pare scoprirlo solo ora dopo un’intervista al premier libico.

Serraj, in un’intervista al Tg1, ha avvisato che “è molto probabile la presenza di terroristi a bordo dei barconi, ma i terroristi restano anche in Libia, si mescolano tra gli immigrati e destabilizzano il Paese”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“La situazione nei centri per migranti è catastrofica. Noi abbiamo investito tante risorse per aiutare questa gente ma il peso non può ricadere solo sulle nostre spalle e su quelle dell’Italia. Devono intervenire anche gli altri Paesi europei. Bisogna aiutare questa gente nelle loro nazioni, sostenere il loro sviluppo”.

In realtà non è così. Non dobbiamo aiutarli a casa loro, dobbiamo proprio smettere di aiutarli. Perché chi parte non è povero. Quindi gli aiuti sono inutili. Anzi, finiscono per finanziare le partenze.




Lascia un commento